top of page

E' solo la vita

Tredici canzoni che spiegano che non c'è niente da spiegare.

Foto di Amir Arabshahi da Unsplash

È che è una faccenda piuttosto dura la vita; una faccenda che oltretutto ha la cattiva abitudine di concludersi con la morte – e con quella trafila francamente intollerabile di sofferenze, pianti, cordogli che segue la morte. Non sto dicendo che non valga la pena attraversarla, vivere la vicenda di addii, scelte, doppi vincoli, idiozie, felicità e progressive disillusioni che ci rende umani. Dipende dal carattere di ognuno (e il carattere lo formano i tempi, le occasioni, la vita appunto), dal colore che assumono le giornate. O forse è solo che non c’è niente da spiegare, che a rovinare tutto è l’eccessiva serietà con cui pensiamo a noi stessi, l'importanza che diamo al fatto di essere ora in questo posto, che cerchiamo ragioni e colpevoli quando bisognerebbe solo dimenticare e andare avanti. Può darsi. Ma può anche darsi che a contare sia solo il modo che abbiamo di prepararla.


La playlist si può ascoltare anche su Spotify, qui.


1. Lucio Dalla, Ciao (12000 Lune, 2006).


2. Jackson Browne, These days (For Everyman, 1973).


3. Paolo Nutini, Tricks Of The Trade (Sunny Side Up, 2009).


4. Bob Dylan, It's Alright Ma' (I'm Only Bleeding) (Bringing It All Back Home, 1965).


5. The Strokes, One Way Trigger (Comedown Machine, 2013).


6. Wilco, Kamera (Yankee Hotel Foxtrot, 2002).


7. Claudio Baglioni, L'Amico E Domani (La Vita E' Adesso, 1985).


8. Paolo Nutini, High Hopes (Sunny Side Up, 2009).


9. Lucio Dalla, La Sera Dei Miracoli (Dalla, 1980).


10. Lucio Battisti, Una giornata Uggiosa (Una giornata Uggiosa, 1980).


11. Indigo Girls, Closer To Fine (Indigo Girls [Expanded Version], 1989).


12. Lucio Battisti, I Giardini Di Marzo (Umanamente Uomo: Il Sogno, 1972).


13. Nick Drake, Pink Moon (Pink Moon, 1972).



Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page